Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Focus RÄ DI MARTINO: proiezione del film “Controfigura”

04. Ra Curtametragens

Focus RÄ DI MARTINO: proiezione del film “Controfigura”, nell’ambito della programmazione speciale dell’Istituto Italiano di Cultura di Lisbona, in occasione della Festa del Cinema Italiano, in collaborazione con Da Luz Collective.

Giovedì, 30 marzo, ore 21.00
Sala Multiusos (Sala 2), Cinema São Jorge, Av. da Liberdade, 175 – Lisboa

Durata: 75 min. |

Nel film “Controfigura” (2016) di Rä di Martino, una piccola troupe cinematografica girovaga per Marrakesh e per il deserto circostante. Cercano le location per il remake di un film statunitense in cui un uomo decide di raggiungere la sua casa attraversando la città a nuoto, da una piscina all’altra, come se queste fossero un flusso d’acqua continuo e ininterrotto.
Per la troupe è un’occasione per incontrare expats e gente del posto, interlocutori con cui parlare del motivo per cui si è deciso di fare questo film oggi e nella città desertica di Marrakesh, che ospita però centinaia di piscine e che sta diventando una nuova capitale del golf. Un parco giochi per il jet-set internazionale che, oltre i muri delle loro ville, costruisce mondi ideali, totalmente impermeabili all’ambiente circostante e in netto contrasto con la realtà locale.
Corrado, una controfigura, prova alcune scene alla ricerca del percorso migliore attraverso le piscine in cui nuoterà il protagonista. Allo stesso tempo, il bisogno di diventare qualcosa di più di una semplice controfigura si impadronisce di lui. Corrado prova tutta la dignità di un attore e vuole dimostrare che potrebbe essere bravo come qualsiasi altro attore professionista. E così, mentre osserviamo i suoi sforzi, iniziamo a vedere i veri attori e la troupe lavorare sul set tra dubbi e grida. Un film alla ricerca del vero film.

Rä di Martino ha studiato al Chelsea College of Art e alla Slade school of Art a Londra prima di andare a vivere a New York dal 2005 al 2010. Le sue opere, video, film e fotografie sono state esposte in musei, gallerie e hanno partecipato a numerosi film festivals in Italia e all’estero in instituzioni quali il PS1 a New York, Palazzo Grassi, la Fondazione Sandretto, MACRO di Roma, HANGAR Bicocca, MCA Chicago, Artists Space NY. Nel 2014 ha partecipato alle Giornate degli autori, Festival del cinema di Venezia vincendo il Premio SIAE e il premio Gillo Pontecorvo, al Salina Doc Film Festival dove ha ricevuto una menzione speciale. Nel 2006 il cortometraggio La camera con Filippo Timi, è prodotto e acquisito dal Museo di Roma MACRO e presentato al Centre Pompidou e al Festival di Locarno. Il cortometraggio August 2008 con Maya Sansa – un tableaux vivant all’interno di una villa hollywoodiana anni ’50, partecipa al Festival di Rotterdam e viene esposto a Chicago, Berlino, Madrid, Roma e Parigi. Ha inoltre pubblicato diversi lavori fotografici, tra i quali la serie Untitled (Marilyn) (2004-2013) per la quale ha fotografato ogni anno la tomba reale di Marilyn Monroe e le serie di No More Stars (2010-2013) che documentano set cinematografici abbandonati in deserti del Nord Africa che diventano delle rovine dell’immaginario.

Da Luz Collective è un colletivo internazionale di curatori operante a Lisbona, interessato alla riflessione, alla critica della visione e del visivo nella produzione artistica contemporanea. Il gruppo è composto da Filippo De Tomasi, Kasia Sobczak – Wróblewska, Mattia Tosti e Orsola Vannocci Bonsi.

INGRESSO LIBERO

  • Organizzato da: Istituto Italiano di Cultura di Lisbona
  • In collaborazione con: Da Luz Collective Lisbona, Festa del Cinema Italiano