Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

#IICSEMPRECONTIGO #86 | OGGI CUCINO IO! #08

Data:

13/07/2020


#IICSEMPRECONTIGO #86 | OGGI CUCINO IO! #08

OGGI CUCINO IO!
La cucina italiana a portata di mano

L'ottava videoricetta del viaggio gastronomico "OGGI CUCINO IO!" sono gli Gnocchi di patate al pomodoro e basilico preparati dallo chef FABIO CAMPOLI, in esclusiva per l’Istituto Italiano di Cultura di Lisbona.

#08 Nell'ottava puntata di "Oggi cucino io!" lo chef Fabio Campoli ci mostra come preparare gli Gnocchi di patate al pomodoro e basilico, un piatto che nella forma che conosciamo oggi ha cominciato a diffondersi dalla fine del 1800. La patata infatti è stata importata dall’America nel sedicesimo secolo, ma prima di essere usata diffusamente per l’alimentazione umana sono dovuti passare altri due secoli. Fin dal medioevo invece con il termine gnocchi si intendeva un semplice impasto di acqua bollente e farina di cereali vari a cui era data una forma più o meno sferica e di grandezza variabile. Spesso gli gnocchi erano preparati in occasioni particolari, come il giovedì grasso, le cene delle vigilie delle ricorrenze religiose, o durante il periodo dedicato al culto dei defunti. Nella città di Roma gli gnocchi rappresentano il piatto tradizionale del giovedì, seguendo il detto "Giovedì gnocchi, Venerdì pesce, Sabato trippa" (il proverbio sottolinea l'importanza del giovedì come giorno quasi festivo, che necessita d'un piatto elaborato e gustoso e che anticipa quello di magro del giorno successivo). Noto è il detto romano "Ridi, ridi, che mamma ha fatto i gnocchi".

Segui il link della videoricetta degli gli Gnocchi di patate al pomodoro e basilico: https://www.youtube.com/watch?v=0ImCjXBsLW4

FABIO CAMPOLI

Con oltre trent’anni di esperienza attraverso poliedriche attività incentrate sulla cultura e progettazione gastronomica, ha coniato un modo di fare cucina “semplicemente differente”, sospinto sempre da inesauribile curiosità e sete di conoscenza. Fondatore dell’azienda Azioni Gastronomiche Srl e della testata giornalistica Prodigus, Fabio Campoli è oggi affermato consulente per aziende ed esercizi ristorativi italiani ed esteri, nonché autore e conduttore di programmi televisivi e radiofonici, consulente per l’industria cinematografica e food designer, pluripremiato in ambito culinario e comunicativo.
Con il suo portfolio di esperienze variegate Fabio Campoli dimostra di essere molto più di uno chef, grazie all’ampiezza ed alla ricchezza del suo percorso di cultura nel mondo dei media, del project management,dell’editoria, che rendono oggi la sua firma sinonimo di classe, qualità e di una creatività mirata e consapevole, divenuta ormai nota e riconoscibile al suo grande pubblico e non solo.
Le sue stesse passioni lo hanno guidato a diventare autore di otto pubblicazioni e docente per istituti pubblici e privati, così come le sue doti artistiche lo hanno portato a viaggiare tra i più celebri set cinematografici per rievocare banchetti storici e scenari gastronomici (da "Mission Impossible 3" a "Mangia, prega, ama" e "To Rome with love" di Woody Allen, per citarne solo alcuni). La sua filosofia a tavola, nel lavoro e nella vita si riassume nell’attenzione verso le “buone cose”, in una logica in cui l’essenziale è visibile agli occhi di chi vive la cucina non come fine ma come mezzo per trasmettere emozioni e tramandare storia e cultura.

Fautore del trascrivere il "sapore" della mente, ha al suo attivo alcuni libri tra cui "Alchimia dei sapori" (La volpe e l’uva editore, 2002), "La mia cucina, semplice, rapida e salutare" (Newton-Compton Editore, 2003), "Note di gusto" (Cucina & Vini Editrice, 2009), "Il mattino ha l'oro in bocca" (Autentica Edizioni, 2012), "Elogio del peperoncino" (Autentica Edizioni, 2013), e "Bergamotto.0" (Iiriti Editore, 2014).

Tra i riconoscimenti ricevuti: Premio per la cucina etica (2014), Maestro di Cucina ad Honorem (2006), Premio Caterina de’ Medici, per la sezione gastronomia (2014), Premio alla Letteratura Gastronomica Maria Gallaccio (2004), Stella della Ristorazione (2008), Pergamena d’Onore Leone d’Oro per meriti professionali imprenditoriali (2018).

http://www.fabiocampoli.it/

LA RICETTA DEGLI GNOCCHI DI PATATE AL POMODORO  E BASILICO di FABIO CAMPOLI

Per gli gnocchetti di patate:
Patate, 500 g
Farina “00”, 150 g
Tuorli d’uovo, 1
Noce moscata, q.b.
Sale, q.b.
Per servire
Salsa di pomodoro al basilico
Formaggio italiano grattugiato
Basilico fresco

Preparazione
Scegliete patate che siano il più possibile della stessa dimensione, e posizionatele in un unico strato all’interno di una casseruola. Infatti, utilizzando una pentola, ovvero un recipiente da cottura dal fondo più stretto,
le patate andrebbero inevitabilmente a disporsi in due strati, e durante la cottura cuocerebbero in modo meno uniforme dal basso verso l’alto.
Ricoprite le patate con acqua fredda, e salate generosamente con del sale grosso.
Cuocete le patate a fiamma moderata e costante, finché, infilzandole con uno stuzzicadenti, queste si mostreranno cedevoli.
Una volta pronte, scolatele dall’acqua di cottura e procedete subito passandole allo schiacciapatate.
Vi svelo un segreto: utilizzando questo strumento non vi occorrerà pelarle, in quanto dai fori fuoriuscirà esclusivamente la loro polpa.
Sistemate la purea ottenuta ben aperta su un piano da lavoro o una teglia d’acciaio per favorire l’evaporazione rapida di una parte di acqua contenuta nelle patate stesse.
Una volta che la purea si sarà ben raffreddata a temperatura ambiente, disponetela a fontana e aggiungete nel foro centrale il tuorlo d’uovo, il sale e della noce moscata grattugiata.
Iniziate ad impastare bene il tutto. Quando gli ingredienti saranno ben amalgamati alle patate, aggiungete la farina, incorporandola velocemente.
La rapidità di ottenimento dell’impasto è fondamentale a non renderlo gommoso e appiccicoso.
Dividete l’impasto ottenuto in due parti per poterlo lavorare al meglio. Stendete con un mattarello l’impasto allo spessore di circa 2 cm, e tagliatelo in lunghi cordoni nel senso della lunghezza aiutandovi con un coltello. Arrotondate poi con le mani ciascun cordone, facendolo rotolare sul piano da lavoro aiutandovi con l’aggiunta di poca farina.
Tagliate i cordoni ottenuti in gnocchi più o meno grandi, a seconda dei vostri gusti. Poi procedete rigando ciascuno gnocco passandolo sui rebbi di una forchetta.
Disponete gli gnocchi ottenuti su un vassoio leggermente infarinato.
Al momento di servire, mettete a scaldare una pentola con abbondante acqua salata.
Una volta bollente, tuffatevi gli gnocchi all’interno e lasciateli cuocere finché non saliranno a galla in superficie.
Occorreranno solo pochi minuti. Quando gli gnocchi saranno pronti, scolateli bene.
Sistemateli nei piatti di servizio e rifiniteli in superficie con la salsa al pomodoro ben calda, guarnendoli con formaggio italiano grattugiato e qualche foglia fresca di basilico.

Un piatto perfetto da servire anche con il ragù o con il pesto di basilico, a vostro piacere!

Informazioni

Data: Da Lun 13 Lug 2020 a Dom 19 Lug 2020

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura

Ingresso : Libero


1679