Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

#IICSEMPRECONTIGO #82 | OGGI CUCINO IO! #07

Data:

06/07/2020


#IICSEMPRECONTIGO #82 | OGGI CUCINO IO! #07

OGGI CUCINO IO!
La cucina italiana a portata di mano

La settima videoricetta del viaggio gastronomico "OGGI CUCINO IO!" è la Crostata di ricotta e marmellata di ciliegie preparata dallo chef FABIO CAMPOLI, in esclusiva per l’Istituto Italiano di Cultura di Lisbona.

#07 Nella settima puntata di "Oggi cucino io!" lo chef Fabio Campoli ci mostra come preparare la Crostata di ricotta e marmellata di ciliegie, un dolce goloso composto da una base di pasta frolla con un morbido ripieno di marmellata e ricotta, tipico della tradizione popolare italiana. Un dolce dal gusto regale ma con radici popolari, che nasce da ingredienti semplici, un tempo facilmente reperibili da chi abitava le campagne italiane.

Segui il link della videoricetta della Crostata di ricotta e marmellata di ciliegiehttps://www.youtube.com/watch?v=utxOy9JltAc

FABIO CAMPOLI

Con oltre trent’anni di esperienza attraverso poliedriche attività incentrate sulla cultura e progettazione gastronomica, ha coniato un modo di fare cucina “semplicemente differente”, sospinto sempre da inesauribile curiosità e sete di conoscenza. Fondatore dell’azienda Azioni Gastronomiche Srl e della testata giornalistica Prodigus, Fabio Campoli è oggi affermato consulente per aziende ed esercizi ristorativi italiani ed esteri, nonché autore e conduttore di programmi televisivi e radiofonici, consulente per l’industria cinematografica e food designer, pluripremiato in ambito culinario e comunicativo.
Con il suo portfolio di esperienze variegate Fabio Campoli dimostra di essere molto più di uno chef, grazie all’ampiezza ed alla ricchezza del suo percorso di cultura nel mondo dei media, del project management,dell’editoria, che rendono oggi la sua firma sinonimo di classe, qualità e di una creatività mirata e consapevole, divenuta ormai nota e riconoscibile al suo grande pubblico e non solo.
Le sue stesse passioni lo hanno guidato a diventare autore di otto pubblicazioni e docente per istituti pubblici e privati, così come le sue doti artistiche lo hanno portato a viaggiare tra i più celebri set cinematografici per rievocare banchetti storici e scenari gastronomici (da "Mission Impossible 3" a "Mangia, prega, ama" e "To Rome with love" di Woody Allen, per citarne solo alcuni). La sua filosofia a tavola, nel lavoro e nella vita si riassume nell’attenzione verso le “buone cose”, in una logica in cui l’essenziale è visibile agli occhi di chi vive la cucina non come fine ma come mezzo per trasmettere emozioni e tramandare storia e cultura.

Fautore del trascrivere il "sapore" della mente, ha al suo attivo alcuni libri tra cui "Alchimia dei sapori" (La volpe e l’uva editore, 2002), "La mia cucina, semplice, rapida e salutare" (Newton-Compton Editore, 2003), "Note di gusto" (Cucina & Vini Editrice, 2009), "Il mattino ha l'oro in bocca" (Autentica Edizioni, 2012), "Elogio del peperoncino" (Autentica Edizioni, 2013), e "Bergamotto.0" (Iiriti Editore, 2014).

Tra i riconoscimenti ricevuti: Premio per la cucina etica (2014), Maestro di Cucina ad Honorem (2006), Premio Caterina de’ Medici, per la sezione gastronomia (2014), Premio alla Letteratura Gastronomica Maria Gallaccio (2004), Stella della Ristorazione (2008), Pergamena d’Onore Leone d’Oro per meriti professionali imprenditoriali (2018).

http://www.fabiocampoli.it/

LA RICETTA DELLA CROSTATA DI RICOTTA E MARMELLATA DI CILIEGIE di FABIO CAMPOLI

Ingredienti per una teglia rotonda da 22 cm di diametro:
Per la pasta frolla
Farina “00”, 660 g
Burro morbido, 400 g
Zucchero a velo, 260 g
Tuorli, 110 g (8)
Scorza di limone e arancia
Per completare:
Ricotta di pecora, 300 g
Liquore all’anice, 20 ml
Albume, 1
Zucchero a velo, 80 g + 10 g per la superficie
Marmellata di ciliegie, 200 g
Burro e farina

Preparazione
Iniziate con la preparazione della pasta frolla: potrete ottenerla a mano oppure in planetaria utilizzando lo strumento di miscelazione a foglia. Lasciate ammorbidire bene il burro a temperatura ambiente. Poi lavoratelo insieme alla farina fino ad ottenere un composto di consistenza sabbiosa.
Inserite quindi degli aromi, ovvero la scorza di limone e arancia grattugiate. Aggiungendoli in questa fase, verranno esaltati al meglio dall’ingrediente grasso.
In seguito, aggiungete al tutto lo zucchero a velo, mescolando bene. Infine, incorporate i tuorli d’uovo.
Lavorate il tutto per il tempo minimo indispensabile a ottenere un impasto morbido e omogeneo. Se la pasta frolla viene lavorata eccessivamente, l’impasto tende a diventare granuloso e difficilmente lavorabile.
Conferite alla frolla la forma di un panetto, avvolgetelo in pellicola per alimenti e lasciate riposare in frigorifero per almeno 1 ora.
Trascorso il tempo necessario, stendete la frolla con un matterello allo spessore di 3-4 mm, utilizzando solo poca farina.
A parte, imburrate e infarinate uniformemente una teglia rotonda, avendo cura di eliminare la farina in eccesso battendolo capovolto sul piano da lavoro.
Aiutandovi con lo stesso matterello per sollevare la frolla stesa, adagiatela sopra la teglia, poi passate il matterello delicatamente sulla superficie per ritagliare un disco a misura della teglia.
Tenete da parte gli avanzi d’impasto.
Premete bene la pasta frolla sul fondo ma soprattutto lungo i bordi della teglia per far aderire bene l’impasto, e bucherellate il fondo con una forchetta.
A parte, in una ciotola versate la ricotta, l’albume, il liquore e lo zucchero a velo, quindi frullate bene il tutto per donare al composto una consistenza più fine. Stendete quindi la marmellata di ciliegie sul fondo di frolla in uno strato uniforme.
Nel nostro paese si utilizzano in particolare le visciole o le amarene, in versione fresca o in conserva. Ricoprite lo strato di marmellata con il composto alla ricotta, livellandolo bene in superficie aiutandovi con il dorso inumidito di un cucchiaio.
Stendete la frolla rimanente in un nuovo strato uniforme, e utilizzatelo per ricoprire la superficie della crostata. Aiutandovi con i palmi delle mani o con un coltellino, rimuovete l’eccesso di pasta frolla al di fuori della teglia, e sigillate bene i bordi prima con i polpastrelli delle mani e poi con la pressione di una forchetta.
Infornate la crostata a 150°C e cuocete per circa 35 minuti, fin quando la crostata risulterà ben cotta e dorata.
Una volta sfornata lasciatela raffreddare bene prima di sformarla e cospargerla con zucchero a velo.

Ancora una ricetta di tradizione italiana, buona in ogni stagione!

Informazioni

Data: Da Lun 6 Lug 2020 a Dom 12 Lug 2020

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura

Ingresso : Libero


1671