Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Conferenza “L’arte italiana del Dopoguerra attraverso le opere della Collezione Farnesina” a cura della dott.ssa Angela Tecce

Data:

12/10/2018


Conferenza “L’arte italiana del Dopoguerra attraverso le opere della Collezione Farnesina” a cura della dott.ssa Angela Tecce

Conferenza “L’arte italiana del Dopoguerra attraverso le opere della Collezione Farnesina” a cura della dott.ssa Angela Tecce, Direttore del Servizio II Periferie Urbane della Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e membro del Comitato Scientifico della Collezione Farnesina, nell'ambito  della Prima Edizione della Rassegna “Giornate del Contemporaneo – Italian Contemporary Art”

Angela Tecce si è occupata sempre di arte contemporanea, principalmente all’interno del Ministero dei Beni e delle Attività culturali, dove è attualmente Dirigente del Servizio II della Direzione Arte e Architettura contemporanee e periferie urbane ed è membro del Comitato scientifico della Collezione Farnesina.

Ha svolto una lunga attività di Direttore di musei a Napoli, prima al Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes e poi al Museo di Castel Sant’Elmo. Al Museo di Capodimonte ha curato e organizzato mostre di rilievo internazionale da Vesuvius by Warhol, 1985, a William Kentridge, 2015. Tra le altre numerose mostre curate si possono citare quelle dedicate a Hermann Nitsch, Mimmo Paladino, Luigi Mainolfi, Enzo Cucchi, Joseph Beuys, Ettore Spalletti, Anselm Kiefer, Pino Pascali, Julian Schnabel, Louise Bourgeois, Bill Viola. Nel 1997 organizza l’apertura della Sezione Contemporanea nel Museo di Capodimonte.

Ha da sempre orientato i suoi studi verso l’arte del Novecento, argomento del quale è considerata, per le numerose iniziative espositive organizzate e i testi pubblicati, tra i maggiori conoscitori in Italia, anche per aver ideato il museo sul Novecento a Napoli, a Castel Sant’Elmo.

Tra i giovani artisti italiani da lei seguiti, anche come curatrice del premio Museo chiama artista promosso dall’Amaci – Associazione Musei d’Arte Contemporanea in Italia, di cui ha fatto parte per numerosi anni, ha scritto di Yuri Ancarani, Gianluca e Massimiliano Serio, Marinella Senatore.

Il suo rapporto con l’arte d’oggi è sempre aggiornato e fattivo e si rinnova costantemente grazie alla responsabilità di Un’opera per il Castello, concorso annuale per giovani artisti che da anni si svolge presso Castel Sant’Elmo e che le consente di avere una panoramica costantemente aggiornata degli artisti emergenti.

N.B. Traduzione simultanea italiano-portoghese

Immagine: AfroLe città d’America, 1952 – Collezione Farnesina (Courtesy Collezione Farnesina e Archivio Afro)

 

Informazioni

Data: Ven 12 Ott 2018

Orario: Dalle 19:00 alle 20:30

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura

Ingresso : Libero


Luogo:

Sala Sophia de Mello Breyner, Centro Cultural de Belém, Praça do Império - Lisboa

1413