Este site utiliza cookies para lhe proporcionar uma melhor experiência de navegação. Ao continuar a navegar no nosso site está a aceitar a sua utilização. OK

#IICSEMPRECONTIGO #140 | Video concerto DANIELE SEPE "Canzoniere Terrestre"

Data:

01/12/am


#IICSEMPRECONTIGO #140 | Video concerto DANIELE SEPE

Video concerto DANIELE SEPE "Canzoniere Terrestre"
featuring EMILIA ZAMUNER

DANIELE SEPE (sax)
PAOLO FORLINI (batteria)
TOMMY DE PAOLA (tastiere)
DAVIDE COSTAGLIOLA (basso)
ANTONELLO IANNOTTA (percussioni)
EMILIA ZAMUNER (voce)

Musicista eclettico ed esplosivo Daniele Sepe dall’inizio della sua attività nel 1975 ha pubblicato 25 albums muovendosi con estrema agilità e geniale inventiva tra generi musicali diversi, mescolando tutto fino a creare la sua originalissima cifra stilistica che emerge prepotentemente anche nel progetto “Canzoniere Terrestre”. Musiche provenienti da tutto il mondo, rilette di volta in volta in chiave rock, jazz, lasciando ampio spazio all'improvvisazione; un mix sorprendente ed indefinibile che viene racchiuso sotto l'etichetta di “world music” ma che è molto di più. Nel corso del concerto, stili, dialetti, immagini di posti e popoli lontani si avvicendano senza sosta, in un viaggio musicale pieno di sorprese e nuove scoperte.

Programma
Tammuriata (D. Sepe)
Nu poco 'sentimento (P. Villani - G. Lama)
Fresca Fresca (P. Pisani - G. Lama)
Bammenella 'e copp'e quartieri (R. Viviana)
Montilla (D. Sepe / su tradizionale venezuelano)
Yerakina (D. Sepe / su tradizionale greco)

DANIELE SEPE (sax)
Daniele Sepe, napoletano, è da oltre due decenni uno dei massimi esponenti dell’incontro tra musica d’autore, jazz, folk una contaminazione continua dove la vivacità e la forza dei suoni si accompagna ad una sentita critica sociale che non disdegna anche il gioco dell’ironia. I lavori discografici si susseguono negli anni, più di 25 album per questo straordinario artista che fa di ogni disco un capitolo a sé, sia per generi attraversati, che per sentimenti che esprime di volta in volta, dischi scomodi, suite orchestrali, musiche medievali, jazz, rap, funk, blues, musica tradizionale. Come per il suo geniale partner Stefano Bollani, con lui nel progetto Napoli Trip, lo stile di Daniele Sepe è indefinibile, sfuggente per spirito e sostanza a qualsivoglia etichetta.

PAOLO FORLINI (batteria)
Paolo Forlini nasce a Napoli Inizia il suo percorso di studi con il maestro Antonio Romano, docente di percussioni al conservatorio D.Cimarosa di Avellino. All'età di 16 anni entra con la votazione di 9.50 al conservatorio di Salerno e inizia i suoi studi classici sotto la guida del maestro C.Di Blasi. Continua gli studi batteristici nella scuola di Brescia CAMBIOMUSICA diretta da uno dei piu grandi batteristi italiani Alfredo Golino. Studia alla Cambiomusica per 3 anni e a 25 anni si Diploma in percussioni e tiene, come assistente, Lezioni di Solfeggio e toeria con il M.Gianni Desidery.Nel 2008 vince una borsa di studio messa in palio dal GARY CHAFEE DEPARTEMENT(Gary Chafee è attualmente uno dei piu grandi didatti viventi)

TOMMY DE PAOLA (piano/tastiere)
Tommy De Paola pianista, tastierista e clavicembalista napoletano, musicista a tutto campo, dall’elettronica alla musica barocca. Inizia la sua attività di musicista collaborando con vari artisti di musica leggera e dell'ambito jazzistico napoletano. La prima collaborazione importante è con Napoli Centrale di James Senese nel 1987. Ha effettuato tournée con Tullio De Piscopo, Eugenio Bennato e Tony Esposito, incide e si esibisce dal vivo da decenni con Daniele Sepe. Ha anche registrato con James Senese, Pippo Matino, Paolo Fresu, Audio 2, Loredana Bertè, Cristiano De Andrè, Enzo Gragnaniello.

DAVIDE COSTAGLIOLA (basso)
Davide Costagliola nasce a Cercola (Napoli) il 28/09/78. Diplomato in “Basso Elettrico Jazz” presso il Conservatorio “D.Cimarosa di Avellino”. Intensa la sua attività come bassista session-man con artisti di rilievo nazionale ed internazionale, da Stefano Bollani a Paolo Fresu ad Archie Shepp, Robin Eubanks, Javier Girotto Gavin Harrison e molti altri. Numerose anche le sue collaborazioni come bassista per colonne sonore cinematografiche, televisive e teatrali (Mario Monicelli, Luca Barbareschi, Giorgio Albertazzi, Michele Placido) L’intesa attività concertistica lo porta a suonare nel mondo nei più importanti clubs, festival jazz e teatri : “Blue Note N.Y.C” , “Umbria Jazz ’05”, “Montreal Jazz Festival 2006”, “Columbus Day” (N.Y.C.), , “Spoleto Jazz Festival” Charleston (South Carolina).

ANTONELLO IANNOTTA (percussioni)
Inizia gli studi di pianoforte al Conservatorio di Musica Lorenzo Perosi di Campobasso. Appassionato di percussioni etniche, ha sempre avuto un forte interesse per i tamburi a cornice, attraverso i quali conduce un’attività concertistica in Italia e all’estero collaborando con prestigiosi ensemble musicali e con artisti nazionali come Vinicio Capossela e lo stesso Daniele Sepe. Riesce con notevole maestria a inserire il tamburello e le percussioni in diversi generi musicali.

EMILIA ZAMUNER (voce)
Emilia Zamuner, voce e docente di canto jazz, ha duettato con Bobby McFerrin al Festival "Armonie d’Arte". Vincitrice del “Premio Internazionale Massimo Urbani”. Ha aperto il concerto di Diana Krall all’Arena Flegrea di Napoli, ha inciso il brano “Qui” con i 99 Posse. Nel 2017 vince una borsa di studio - unica artista italiana - per partecipare al prestigioso “International Congress of Voice Teachers” di Stoccolma. Nel 2017 forma il quartetto “Convergenze parallele” e registra per la casa discografica “Le dodici lune”, un disco intitolato “Chi tene o mare” dedicato a Pino Daniele. Nel 2018 incide in duo con lo storico contrabbassista di Mina, Massimo. Moriconi. Nel 2019 è tra le cinque finaliste del prestigioso “Ella Fitzgerald Competition” di Washington e vince con grande successo di pubblico e critica il secondo premio.

Informações

Data: DE Ter. 1 Dez. 2020 a Qui. 31 Dez. 2020

Entrada : Livre


Localidade:

online

1767