Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Presentazione del libro "Dante lettore a Verona" di Caterina Crestani

Data:

19/05/2022


Presentazione del libro

Presentazione del libro "Dante lettore a Verona. Biblioteche e libri al tempo degli Scaligeri" (Il Poligrafo, 2021) di Caterina Crestani, um excursus sulle biblioteche e l'ambiente culturale di Verona nel XIV secolo e sull'influenza della famiglia della Scala al tempo in cui Dante frequentò la città.

Con la presenza dell'autrice e la partecipazione di Alberto Manguel. Evento in italiano e portoghese (traduzione consecutiva).

La Biblioteca Capitolare di Verona è tra le pochissime biblioteche storiche ad avere radici nel Medioevo e costituisce un punto di riferimento importante per gli studi danteschi e la storia della cultura libraria veronese. Il Trecento a Verona si apre proprio con la presenza di Dante Alighieri: in città l'esule fiorentino trovò ospitalità e ispirazione letteraria per elaborare i trattati del Convivio e del De Vulgari eloquentia durante il primo soggiorno; quando poi vi ritornò era intento alla stesura del Paradiso e forse anche del Monarchia.

Questo libro offre un contributo alla storia della cultura libraria nella Verona del Trecento, con incursioni nel Duecento e nel Quattrocento. Un excursus cronologico che presenta tutte le biblioteche della città che fecero da sfondo al soggiorno veronese dell'Alighieri e che descrive come funzionari, cancellieri, notai e letterati entrarono in possesso di antichi e preziosi manoscritti della Capitolare per arricchire le proprie personali collezioni. Manoscritti che ancora oggi si conservano nelle moderne biblioteche e che testimoniano la rarità del corpus delle opere che circolavano in città e la vivacità culturale del preumanesimo veronese.

Caterina Crestani, dottore di ricerca in Filologia e tecniche dell’interpretazione presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, si è diplomata in Biblioteconomia presso la Scuola di Biblioteconomia della Biblioteca Apostolica Vaticana. Cultore della materia in Filologia medioevale e umanistica presso l’Università degli studi di Verona e cultore della materia in Storia medievale presso l’Università degli studi di Padova. Assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Culture e Civiltà dell’Università degli studi di Verona. Ha pubblicato saggi sulla storia delle biblioteche medievali e umanistiche.

Informazioni

Data: Gio 19 Mag 2022

Orario: Dalle 17:00 alle 18:00

Organizzato da : Biblioteca Nacional de Portugal

In collaborazione con : Istituto Italiano di Cultura

Ingresso : Libero


Luogo:

Auditório da Biblioteca Nacional de Portugal, Campo Grande 83 - Lisboa

1934