Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Presentazione dell'audiolibro "Dalla selva oscura al Paradiso. Un percorso nella Divina Commedia di Dante Alighieri in trentatré lingue"

Data:

16/03/2021


Presentazione dell'audiolibro

Presentazione dell'audiolibro "Dalla selva oscura al Paradiso. Un percorso nella Divina Commedia di Dante Alighieri in trentatré lingue", in collaborazione con la Biblioteca Nacional de Portugal ed il Teatro delle Albe di Ravenna.

L'audiolibro è stato ideato e progettato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in occasione delle celebrazioni del settimo centenario della morte di Dante Alighieri e pubblicato da Emons Audiolibri.

Martedì, 16 marzo 2021 alle ore 18:30 (orario portoghese) le ore 19:30 (orario italiano) tramite piattaforma ZOOM previa registrazione al seguente link: https://apportugal.zoom.us/webinar/register/WN_9vIqFTuoS7SgSvsDkglsiQ

Subito dopo, una volta registrati, riceverete un e-mail con il link per accedere direttamente all'incontro su ZOOM.

Per la diretta Facebook è sufficiente collegarsi alla pagina Facebook dell'IIC: https://www.facebook.com/iic.lisbona/

Con la partecipazione di Marco Martinelli ed Ermanna Montanari fondatori e direttori artistici del Teatro delle Albe di Ravenna che hanno interpretato la versione italiana e degli attori Elmano Sancho e Beatriz Godinho che hanno interpretato, insieme a João Vicente, la versione portoghese

Modera il giornalista Marcello Sacco

Marco Martinelli ha ricevuto premi a livello nazionale e internazionale tra i quali: sette Premi Ubu (regia, drammaturgia, pedagogia), Golden Laurel-Mess Festival di Sarajevo, Premio Hystrio, Premio Enriquez alla regia, Premio alla carriera Journées théâtrales de Carthage. Ha firmato oltre cinquanta regie e i suoi testi sono pubblicati e messi in scena in Italia, Francia (selezionati da Face à Face e Fabulamundi), Belgio, Germania, Romania, Slovacchia, Cile, Russia, Brasile e Stati Uniti (selezionati da Italian & American Playwrights Project). Alla sua attività drammaturgica è dedicata la monografia di Maria Dolores Pesce Marco Martinelli Un Drammaturgo Corsaro, Editoria e Spettacolo. Martinelli è fondatore della non-scuola, un metodo di lavoro scenico con gli adolescenti diventato punto di riferimento in Italia e in diverse parti del mondo, raccontata nel volume Aristofane a Scampia, Ponte alle Grazie editore, pubblicato in Francia per Actes Sud. Ha debuttato al cinema nel 2017 con il lungometraggio Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi, - soggetto cofirmato con Montanari che ne è anche protagonista - riconosciuto di interesse culturale dal MiBACT-Direzione Cinema, sostenuto da Film Commission-Regione Emilia Romagna, presentato in anteprima al Biografilm Festival. Nel 2018 ha scritto e diretto il mediometraggio The Sky over Kibera - soggetto cofirmato con Montanari - presentato in anteprima a Filmmaker Festival, candidato dalla Giuria Critica del Social World Film Festival 2020 come Miglior documentario e Miglior Sceneggiatura. Per il progetto The Sky over Kibera in Kenia diretto da Martinelli, Fondazione AVSI ha vinto il “Premio al volontariato 2019” per la sezione “Cultura”, conferito dal Senato della Repubblica.

Ermanna Montanari ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti a livello nazionale e internazionale tra i quali: sette Premi Ubu, Golden Laurel-Mess Festival di Sarajevo, Premio Lo straniero “dedicato alla memoria di Carmelo Bene”, Premio Eleonora Duse, Premio della Critica-ANCT. Ha firmato insieme a Martinelli, e interpretato, oltre cinquanta spettacoli della compagnia. Ha partecipato ai film Lacrymae di Maria Martinelli (1999 | 56ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia), Il mnemonista di Paolo Rosa (2000), L’ultimo terrestre di Gianni Pacinotti (2011 | 68ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia). Nel 2011 ha firmato la direzione artistica del festival teatrale internazionale di Santarcangelo. Scrive per riviste e nel 2017 ha pubblicato Miniature Campianesi (Oblomov). Nel 2012 è uscito a cura di Laura Mariani Ermanna Montanari fare-disfare-rifare nel Teatro delle Albe (Titivillus, ita/eng) e nel 2017 a cura di Enrico Pitozzi Acusma Figura e voce nel teatro sonoro di Ermanna Montanari (Quodlibet ita/eng). In relazione alla sua ricerca vocale sono stati pubblicati saggi: E. Pitozzi su Culture Teatrali, M. Sciotto su Scenari, M. De Giorgi su Rivista Brasileira de Estudos da Presença, D. Visone su Acting Archives Review, L. Van Goethem su Alternatives théâtrales e i cd de L’Isola di Acina e Ouverture Alcina (RT), La Mano (Luca Sossella Editore), Fedeli d’Amore (Stradivarius), opere realizzate con il compositore e musicista Luigi Ceccarelli e Rosvita (Luca Sossella Editore).

Elmano Sacho si è diplomato in Formazione dell’Attore presso la Escola Superior de Teatro e Cinema di Lisbona. Ha studiato alla RESAD/Madrid, ECA-USP/Brasile, CNSAD/Parigi e SITI COMPANY/New York.
Ha lavorato con Jorge Silva Melo/Artistas Unidos, Carlos J. Pessoa/Teatro da Garagem, Carlos Avilez /TEC, Elsa Valentim/Teatro dos Aloés, Ensemble, Emmanuel Demarcy-Mota, Pedro Gil, Rogério de Carvalho, Ana Tamen, Miguel Abreu, Maria João Miguel, Paulo Lage, António Aguiar, Bruno Freyssinet, Barney O'Hanlon, Arthur Nauzyciel, Bruno Bayen e Jacques Allaire - Comédie Française, Virgínio Liberti/Annalissa Bianco, Anne Bogart/SITI COMPANY. Ha lavorato per il cinema e la televisione con Hugo Diogo, Jorge Silva Melo, Keren Ben Rafael, Odile Brook, Jerôme Cornuau, Valéria Sarmiento, Solveig Nordlund, Jorge Paixão da Costa, Benoît Jacquot, Sérgio Graciano, Yuri Alves, Francisco Manso, Cristèle Alves Meira, Marie Brand, Vicente Alves do Ó, João Cayatte e Marco Pontecorvo.
È stato nominato come miglior attore drammatico ai Globos de Ouro portoghesi con Não se Brinca com o Amor (2012), Herodíades (2013), A Estalajadeira (2014) e Display (2018) e ai premi della SPAAUTORES portoghese con Não se Brinca com o Amor (2012), O Campeão do Mundo Ocidental (2014) e Lulu (2020). Il suo debutto alla regia avviene con la commedia Misterman con la quale ha ricevuto il premio come Migliore Attore dalla SPA/2015. Nel 2015 mette in scena I Can't Breathe, per il quale ha ricevuto la menzione speciale del Premio della Critica dell'APCT/2016. Nel 2018 gli è stata assegnata una borsa di studio dalla DGLAB con A Sagrada Família. Nel 2018 ha ricevuto il premio Mirpuri Carlos Avilez per lo spettacolo A Última Estação.

Beatriz Godinho è nata a Porto e ha iniziato presto a studiare danza classica diplomandosi alla Imperial Society of Teachers of Dance. Nel 2010 ha concluso il corso di Interpretazione all'Academia Contemporânea do Espectáculo ed ha ricevuto un premio dal Ministero dell'Educazione portoghese per aver ottenuto la media migliore dell'anno.
Ha frequentato l'Academy of the Science of Acting and Directing a Londra e, nel 2015, si è laureata presso la Scuola Superiore di Teatro e Cinema di Lisbona.
Ha una vasta esperienza in teatro, accumulata sin dal suo debutto avvenuto nel 2010. A partire dal 2014 ha partecipato a numerosi progetti sia in ambito cinematografico che televisivo e, attualmente, risiede a Lisbona.

 

La versione in lingua portoghese, realizzata dall'Istituto Italiano di Cultura di Lisbona, con l'interpretazione degli attori Beatriz Godinho, Elmano Sancho, João Vicente, può essere ascoltata gratuitamente sulle piattaforme Spreaker, Spotify, Deezer, Apple e Google.

Per la versione portoghese è stata utilizzata la traduzione di Vasco Graça Moura per cortesia della Casa editrice © Quetzal Editores e Herdeiros de Vasco Graça Moura

Informazioni

Data: Mar 16 Mar 2021

Orario: Dalle 18:30 alle 19:30

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura

In collaborazione con : Biblioteca Nacional de Portugal, Teatro delle Albe di Ravenna

Ingresso : Libero


Luogo:

Online sulla piattaforma Zoom e diretta pagina Facebook IIC Lisbona

1802