Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Esposizione "Álvaro Pirez d'Évora. Um pintor português em Itália nas vésperas do Renascimento"

Data:

28/11/2019


Esposizione

Esposizione "Álvaro Pirez d'Évora. Um pintor português em Itália nas vésperas do Renascimento", organizzata dal Museu Nacional de Arte Antiga de Lisboa e dal Polo Museale della Toscana, con il sostegno dell'Istituto Italiano di Cultura di Lisbona.

L’esposizione è stata inaugurata giovedì, 28 novembre alle ore 18.30

Comissari:
Lorenzo Sbaraglio (Polo Museale della Toscana)
Joaquim Oliveira Caetano (Direttore del Museu Nacional de Arte Antiga)

Si tratta di una delle più grandi esposizioni mai allestite in Portogallo dedicata all’arte del primo Rinascimento. Riunisce oltre 90 opere pittoriche e scultoree, rappresentative dell'arte dei primi anni del XV secolo nelle città in cui il pittore ha lavorato - Lucca, Prato, Pisa e Volterra - a cui si associano i principali dipinti di Alvaro Pirez d'Évora provenienti da vari musei, chiese e collezioni di tutta Europa.

Alvaro Pirez è il più antico pittore di origine portoghese di cui si abbiano notizie documentate in Toscana, dove ha lavorato tra il 1410 e il 1434. La firma apposta sulla pala d'altare della chiesa di Santa Croce in Fossabanda, vicino a Pisa, dove si definisce «originario di Évora», e un breve riferimento del Vasari, datato 1568, in cui si riferisce a Pirez come «Alvaro Piero di Portogallo», comproverebbero la sua origine.

La qualità pittorica e l'importanza storica di Alvaro Pirez d'Évora, di cui si conoscono poco più di 50 dipinti, artisticamente ascrivibili alla pittura centro-italiana dell'epoca, giustificano l'organizzazione di una grande mostra dedicata alla sua opera e alla sua epoca, che sarà presentata al Museo Nazionale di Arte Antica, a Lisbona, tra il 29 novembre 2019 e il 15 marzo 2020. La mostra includerà dipinti conservati in Portogallo, tra cui la preziosa Anunciação appartenuta alla collezione del cancelliere tedesco Konrad Adenauer, nonché opere dei grandi pittori toscani del suo tempo. Presentando un totale di 85 opere, la mostra ha anche lo scopo di presentare il contesto culturale e artistico in cui si è sviluppata l'arte di Alvaro Pirez d'Évora. Questa mostra, la più completa mai relizzata fino ad oggi, potrà contare su prestiti dei principali musei europei, tra cui la Gemaldegalerie (Berlino), il Musée du Petit Palais (Avignone), il Museo Nazionale di San Matteo (Pisa), la Pinacoteca Nazionale di Siena, la Galleria d'Arte Moderna (Milano), la Galleria degli Uffizi (Firenze) e molte altre istituzioni museologiche e collezioni private di riferimento, con sede in Italia, Francia, Germania, Ungheria e Polonia.

Inaugurazione: 28 novembre 2019 alle ore 18.30

Aperta al pubblico dal 29 novembre 2019 al 15 marzo 2020

Informazioni

Data: Da Gio 28 Nov 2019 a Dom 15 Mar 2020

Organizzato da : Museu Nacional de Arte Antiga de Lisboa

In collaborazione con : Istituto Italiano di Cultura

Ingresso : Libero


Luogo:

Piso 0, Galeria de Exposições Temporárias - Museu Nacional de Arte Antiga (accesso al Largo 9 de Abril - Lisboa)

1546