Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Conferenza "I musei della Toscana riuniti nel Polo Museale: una assoluta eccellenza italiana" a cura del dott. Stefano Casciu

Data:

25/10/2018


Conferenza

Conferenza I musei della Toscana riuniti nel Polo Museale: una assoluta eccellenza italiana a cura del dott. Stefano Casciu, Direttore del Polo Museale della Toscana, in collaborazione con il Museu Nacional de Arte Antiga di Lisbona.

È prevista la traduzione simultanea italiano-portoghese

Storico dell’arte, Stefano Casciu ha studiato a Firenze sotto la guida di Mina Gregori, approfondendo temi del collezionismo e del mecenatismo artistico della famiglia Medici, in particolare dell’ultima della famiglia, Anna Maria Luisa, Elettrice Palatina.

I suoi studi e la sua bibliografia sono dedicati principalmente alla Firenze tardo-medicea, all’arte fiorentina a cavallo tra Sei e Settecento (in particolare alla natura morta), al collezionismo ed al mecenatismo delle antiche dinastie italiane. Sull’argomento ha organizzato in particolare la mostra La Principessa saggia. L’eredità di Anna Maria Luisa de’ Medici Elettrice Palatina nella Galleria Palatina di Palazzo Pitti (2006).

Dal 1990 ha lavorato come storico dell’arte nel Ministero per i Beni Culturali. Le sue sedi sono state:

Arezzo: è stato direttore del Museo statale d’Arte Medievale e Moderna di Arezzo e responsabile dei territori di Cortona e di Sansepolcro; ha fatto parte dello staff del restauro della Leggenda della Vera Croce di Piero della Francesca in Arezzo; ha partecipato alla realizzazione delle mostre del 1992 Nel raggio di Piero (Sansepolcro) e La Madonna del parto (Monterchi).

Firenze: Galleria Palatina di Palazzo Pitti (dove ha approfondire gli studi sul collezionismo mediceo e sull’arte del Sei-Settecento toscano ed ha partecipato alla pubblicazione del Catalogo completo dei dipinti della Galleria Palatina, 2003); Ville medicee di Petraia, Castello e Poggio a Caiano (come direttore delle ville si è dedicato allo studio della pittura di natura morta italiana e del suo collezionismo presso la corte dei Medici e tra il 2001 e il 2007 ha progettato e realizzato il nuovo Museo della Natura Morta nella Villa medicea di Poggio a Caiano, de quale ha curato il catalogo completo dei dipinti nel 2009)

Numerose mostre le mostre che ha curato o alle quali ha partecipato a Firenze: tra esse Natura morta italiana dal Caravaggio al Settecento, curata da Mina Gregori a Monaco e Firenze (2002-2003); e Natura morta. Still life paintings and Medici collections, a cura di Stefano Casciu e Marco Chiarini, ospitata da sei musei americani tra il 2006 ed il 2008; Caravaggio e caravaggeschi a Firenze, Palazzo Pitti e Galleria degli Uffizi (2010)

Dal 2010 è dirigente del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Ha diretto le sedi di Modena e Reggio Emilia (Soprintendente sino al 2015) e di Mantova, Cremona e Brescia (interim nel 2011).

È stato anche direttore della Galleria Estense di Modena e del Palazzo Ducale di Sassuolo. Tra le iniziative curate o alle quali ha collaborato in questo periodo, a titolo esemplificativo, la mostra Guido Reni a Reggio Emilia (Reggio Emilia); il convegno Modena Barocca, Artisti e opere alla corte di Francesco I d’Este (Modena); la mostra Gli Este. Rinascimento e Barocco da Ferrara a Modena (Torino, Reggia di Venaria Reale, 2014); la mostra Piero della Francesca. Il disegno tra arte e scienza (Reggio Emilia 2015).

Dopo il terremoto del maggio 2012 a Modena e provincia ha coordinato per tutta l’area emiliana le operazioni di recupero e deposito dei beni artistici danneggiati, organizzando il Centro di raccolta nel Palazzo Ducale di Sassuolo, dove sono ancora depositati e messi in sicurezza oltre 2000 beni artistici. Ha poi curato il riallestimento della Galleria Estense di Modena riaperta dopo il terremoto nel maggio 2015. Tra le novità del museo, la realizzazione del basamento antisismico per il Busto di Francesco I di Gian Lorenzo Bernini.

Dal 2015 è Direttore del Polo Museale della Toscana, con sede a Firenze che comprende 49 musei, siti e luoghi della cultura dislocati in tutta la Toscana. Da quella data si è dedicato prevalentemente all’organizzazione del nuovo Ufficio ed alla gestione dei musei che ne fanno parte, nei quali sono state organizzate numerosissime iniziative di valorizzazione.

È inoltre membro dei Consigli di Amministrazione delle Gallerie degli Uffizi, del Museo Nazionale del Bargello, della Galleria dell’Accademia e della Fondazione Casa Buonarroti di Firenze.

 

Immagine: Ambrogio Lorenzetti, Madonna col Bambino in trono, Angeli e Santi ("Piccola Maestà“), Siena, Pinacoteca Nazionale (Polo Museale della Toscana), tempera e oro su tavola, ca. 1342-1344

Informazioni

Data: Gio 25 Ott 2018

Orario: Dalle 18:30 alle 20:00

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura

In collaborazione con : Museu Nacional de Arte Antiga

Ingresso : Libero


Luogo:

Museu Nacional de Arte Antiga, Rua das Janelas Verdes - Lisboa

1422